Didattica e Seminari

Per ogni anno di corso il Collegio dei Docenti predispone l'elenco delle attività didattiche formative che consistono in: seminari da svolgere da parte del dottorando, partecipazione ai seminari svolti da altri dottorandi, frequenza ad uno o più corsi istituzionali in ambito universitario, partecipazione ad una scuola dottorale, partecipazione a corsi, conferenze, seminari ecc. Il Collegio Docenti stabilisce la corrispondenza in termini di CFU di ciascuna delle predette attività formative. L'elenco di tali attività viene pubblicato on-line nel sito del Dottorato ed aggiornato/integrato ogni anno accademico.
Per poter essere ammesso all’esame finale il dottorando deve aver pubblicato almeno un lavoro in inglese su riviste internazionali dotate di peer-reviewing Ai fini del conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca è necessario che ciascun dottorando consegua 180 crediti formativi universitari (CFU) nell’arco dei tre anni del corso, dei quali 140 vengono conseguiti attraverso l'attività di ricerca relativa al progetto di tesi e 12 sono attribuiti per la stesura della tesi stessa.
I rimanenti 28 CFU vengono conseguiti dai dottorandi in parte, mediante la frequenza obbligatoria a corsi proposti dal Collegio Docenti, in parte dalla didattica seminariale organizzata dal dottorato. Ulteriori CFU possono essere conseguiti con attività formative varie, quali ad es. la partecipazione a scuole nazionali ed internazionali.
I 28 CFU sono così suddivisi:
1° anno: 10 CFU ottenuti da frequenza di almeno 3 corsi di 2 CFU a scelta fra quelli proposti nell’offerta didattica del Dottorato SCF. I 4 CFU rimanenti sono conseguibili frequentando ulteriori corsi proposti e/o convegni, scuole e seminari (½ credito per seminario e 4 crediti per una scuola/convegno).
2° anno: come sopra.
3° anno: 8 CFU divisi in 2 corsi di 2 CFU a scelta fra quelli proposti più 4 CFU conseguibili frequentando ulteriori corsi proposti e/o convegni, scuole e seminari (½ credito per seminario e 4 crediti per una scuola/convegno).

Le attività seminariali, didattiche, di laboratorio e gli stage, vengono registrate, a cura del Dottorando, sul Libretto del Dottorando che viene utilizzato come elemento informativo dettagliato dalle Commissioni di Verifica annuali e finali.

Al termine di ogni anno, è prevista una prova di verifica dell’attività svolta che consiste nella presentazione/discussione di un poster sull’attività svolta durante l’anno al Collegio dei Docenti (di norma durante l’annuale “Giornata del Dottorato”).