Presentazione

Obiettivo generale del Dottorato in Biochimica e Biologia Molecolare consiste nel fornire ai dottorandi le basi teoriche e le conoscenze delle metodiche necessarie per divenire un ricercatore
in grado di operare in istituzioni di ricerca sia pubbliche che private e di fornire gli strumenti necessari affinché i dottorandi siano in grado di sviluppare in progetti di ricerca innovativi e che
possano prevedere un potenziale sviluppo industriale. L’acquisizione di autonomia nell’attività di ricerca è altresì un fine della formazione del dottorando del presente dottorato. La consultazione dei rappresentanti d’imprese ed enti del territorio operanti nei settori biotecnologico e farmaceutico riguardo all’istituzione del nostro dottorato ha consentito di registrare l’espressione della loro massima soddisfazione per la formazione di dottori di ricerca che possano essere integrati all'interno delle attività produttive del territorio, hanno fortemente apprezzato l'idea che i dottori di ricerca acquisiscano un metodo di lavoro proprio e la capacità di valutare personalmente la fattibilità, i tempi ed i costi di un progetto di ricerca o sviluppo di un farmaco/diagnostico ed in generale di un prodotto per la salute umana, hanno valutato eccellentemente il percorso formativo e la scelta della lingua inglese. I rappresentanti di imprese ed enti del territorio operanti nei settori biotecnologico e farmaceutico hanno anche garantito la loro consulenza per la stesura di un piano degli studi che rispecchi le esigenze culturali e tecniche di interesse delle industrie e del settore.
L’istituzione del dottorato in Biochimica e Biologia Molecolare è fortemente connessa al territorio per la presenza di rilevanti realtà industriali biotecnologiche in Toscana, in particolare nella
provincia di Siena, molte delle quali collaborano in modo fattivo alla progettazione e conduzione del dottorato stesso. I nostri dottorandi lavorano a stretto contatto con le industrie biotecnologiche del territorio, le quali collaborano ai programmi del dottorato, finanziano borse, forniscono supporto sia in termini di attrezzature e piattaforme tecnologiche che di formazione presso le loro strutture.
La stretta collaborazione tra industria e università coinvolte in questo dottorato determina un più facile inserimento dei dottori di ricerca nel mondo del lavoro sia nazionale che internazionale. In particolare, il presente dottorato ha già, nei sue due anni di esistenza, fornito un forte contributo alla costituzione di una rete di interazioni tra il mondo della formazione e quello del lavoro, sia a livello regionale che nazionale che internazionale.
La Biochimica e la Biologia Molecolare sono tra le aree più produttive e più attive del moderno sapere scientifico e trovano numerose applicazioni in campo biotecnologico, biomedico e delle
scienze della vita in generale. In particolare, la Biochimica e la Biologia Molecolare sono le principali discipline necessarie per la comprensione a livello molecolare dei meccanismi fisiologico
e fisiopatologici, fornendo un contributo indispensabile alla ricerca, progettazione e sviluppo di nuovi farmaci e diagnostici. La regione Toscana è caratterizzata dalla presenza di numerose
industrie farmaceutiche e biotecnologiche, di un Distretto regionale volto allo sviluppo nel settore delle scienze della vita, nonché dalla particolare presenza nel territorio di numerosi ricercatori delle tre università e dell’industria che operano nel medesimo settore. La crisi economica che coinvolge il paese si è fatta sentire particolarmente a livello occupazionale. Per rispondere a tale situazione il presente dottorato ha contribuito fortemente a costituire una rete formativa che permette la diffusione del know-how derivante dall’attività di ricerca presso l’accademia ed i centri di ricerca della industrie del territorio presso le attività più prettamente operative delle imprese biotech presenti. L’istituzione del dottorato in Biochimica e la Biologia Molecolare consente gli approfondimenti degli aspetti biotecnologico-farmaceutici nella formazione desiderata dal bacino dell’indotto industriale.

 

Documenti allegati: